Oggi vedremo assieme come togliere il ciuccio metodi e consigli da adottare, per non far più prendere il ciuccio al vostro bambino. Come tutti sappiamo il ciuccio è consolatorio per il nostro bambino ,la maggior parte di loro non lo abbandonerebbe mai.

https://crescereduegemelli.com/come-togliere-il-ciuccio/

Personalmente, con le mie gemelle, una delle due non l’ ha mai voluto, solamente la prima settimana di ospedale. Quelli grossi in caucciù, erano più grossi del suo viso.

Invece l’altra ne aveva addirittura due, uno lo metteva in bocca e l’altro lo strofinava nel naso. Decisi di toglierlo a 3 anni anche perchè essendo due, avevamo trovato il nostro equilibrio e solo il pensiero che, potesse passare la notte piangendo svegliando la sorella, mi ha sempre fatto desistere.

Finché mi decisi e lo lasciammo alla Befana in cambio delle sue calze, lo averebbe portato ad altri bambini che ne avevano molto bisogno.

Vi dico, andò meglio di come credetti, lo ha cercato per qualche volta, ma sostituivo il ciuccio con qualcosa da farle mettere in bocca, un pezzettino di pane, o meglio ancora ho cercato di distrarla nel fare altro. Ed è stata veramente molto brava.

Lasciamo questa mia parentesi e vediamo di tornare all’argomento principale.

Perché è importante togliere il ciuccio

  • il ciuccio porta malformazioni dei denti e del palato
  • problemi di linguaggio

Non è di sicuro una scelta semplice e non si sa mai come affrontarlo, solo il pensiero che piangano disperati, quasi ci fa dire, no ma aspetto ancora un pò. Se poi sentiamo diversi pareri, ci sarà che dice che lo ha tolto di botto, chi un pò alla volta, chi lo ha tolto il giorno e lo ha lasciato per la notte, ognuno racconta la propria esperienza e si va sempre di più nel difficile.

C’è che ha deciso di agire in diverse maniere vediamo quali

Strategie per togliere il ciuccio

  • chi ha messo sul ciuccio un sapore sgradevole, che può aiutare il bambino a decidere da solo di non volerlo più.
  • chi come nel mio caso ha convinto di regalare il ciuccio alla Befana, Babbo Natale, ai bambini più piccoli che ne hanno bisogno e i questi casi il ciuccio verrebbe tolto definitivamente. Certo è che, se fate questa scelta non dovrete MAI tornare sopra i vostri passi.
  • chi ha deciso di toglierlo in maniera graduale dividendo l’uso del ciuccio a orari, solo per dormire.
  • alcuni genitori hanno preso la decisione di rompere il ciuccio e anche il bambino sa benissimo che un ciuccio rotto non si può più usare.
  • inventare al bambino che avete perso il ciuccio, non sapete dove possa essere.

Togliere il ciuccio definitivamente o gradualmente?

Comunque sia la decisione deve essere di toglierlo DEFINITIVAMENTE e in quel caso, non va più proposto, ma per questa decisione è bene che sia d’accordo anche il bambino, così assieme riuscirete a gestire la “mancanza” del ciuccio in un altro modo, proprio come è accaduto a me.

Se invece decidete di toglierlo GRADUALMENTE cercate di farlo, tenendolo il più possibile occupato in attività , per far sì che pensi il meno possibile al ciuccio. E se vedete che riesce a rinunciarvi premiatelo.

Potete anche decidere di togliere il ciuccio magari leggendo assieme qualche libro che parla dell’argomento e possa convincere il bambino ad abbandonarlo, o per lo meno far sì che il distacco sia meno faticoso possibile.

Ve ne consiglio qualcuno

E come ripeto sempre, se avete consigli, metodi diversi da quelli riportati con i quali vi siete trovati bene, scrivetelo nei commenti saranno utili ad altre mamme.

Potrebbero interessarti anche :

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui