Lo svezzamento  è uno delle fasi di crescita del bambino nel quale  assaggia  nuovi cibi e scopre  nuovi gusti, approfondiremo assieme  quando inserire il pesce  nello svezzamento.

Il pesce da inserire nello svezzamento del bambino è l’alimento ideale per le prime pappe, molto nutriente e ricchissimo di sostanze preziose.Abbiamo già parlato di svezzamento e di quando potete inserire il biscotto  , la carne, il formaggio e la frutta.

quando inserire il pesce nello svezzamento

 

 Avete già iniziato lo svezzamento e vorreste inserire il pesce nell’alimentazione del vostro bambino?E’ arrivato il momento di inserire il pesce nello svezzamento del vostro bambino?

E’ arrivato il momento di inserire il pesce nello svezzamento del vostro bambino?

Quando inserire il pesce nello svezzamento del vostro bambino?

Queste sono le due domande che ci facciamo.

  • Ma a quale età si può inserire il pesce nello svezzamento ?

Se il bambino non ha problemi di allergie, il pesce può essere inserito nello svezzamento e  offerto  a partire dai 6 mesi, da questo momento in avanti, l’organismo del bambino ha bisogno di assumere attraverso l’alimentazione le sostanze nutritive necessarie per il suo sviluppo e la sua crescita e il pesce, proprio perché è ricco di preziosi elementi, è un alimento essenziale.

Il pesce può essere un’alternativa alla carne perché è un alimento molto digeribile, ricco di sostanze preziose i cosi detti “omega3″, questi acidi grassi sono detti essenziali perché non possono essere sintetizzati dall’organismo e vanno dunque introdotti attraverso l’alimentazione.

  • Quale pesce è preferibile dare il bambino durante lo svezzamento?

Per iniziare è bene scegliere pesci leggeri e facilmente digeribili come la sogliola, il nasello, la trota e il merluzzo. Successivamente, possono essere proposti al bimbo l’orata, il branzino e il salmone un pò grassi e dal sapore intenso. Il pesce può essere fresco , omogeneizzato o surgelato.

  • Come si deve cucinare il pesce durante lo svezzamento?

La miglio cottura per il pesce durante lo svezzamento è a vapore, perché non altera le proprietà nutritive e lo rende più digeribile. Per cucinarlo a vapore occorre inserire il pesce nell’apposito cestello da porre in una pentola con un pò d’acqua, generalmente la cottura richiede 2o minuti, dopo la cottura eliminate la coda, le lische e la pelle , dopodiché lo schiacciate e aggiungete alla pappa un cucchiaino d’olio.

Oppure al forno cucinato sempre una ventina di minuti in una teglia ricoperta con carta da forno senza aggiungere olio. Dopo gli 8 mesi, il pesce può essere proposto come secondo, insieme a un contorno di verdure.

Se scegliete pesce fresco da inserire nello svezzamento del bambino al momento dell’acquisto controllate:

  • LE BRANCHIE: devono essere rosse;
  • L’OCCHIO: deve apparire vivo e convesso;
  • L’ODORE: non deve essere sgradevole nè eccessivamente intenso;
  • LA FORMA: se posto orizzontalmente deve rimanere diritto;
  • LA CARNE: bisogna che sia morbida ed elastica, non molle e flaccida.

Oltre al pesce fresco potete usare anche l’omogeneizzato di pesce, già pronto all’uso . Viene prodotto utilizzando materie prime selezionate e di alta qualità; della trota e del salmone vengono usati le parti migliori i filetti.la cottura al vapore mantiene inalterate le caratteristiche nutritive del pesce; l’omogeneizzato aumenta la digeribilità dell’alimento , poichè frantuma le fibre;

Possono interessarvi anche:

Spero di esservi stata di aiuto, se volete raccontare la vostra esperienza sarà un piacere leggerla nei commenti, in fondo siamo qui anche per confrontarci .

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui